Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
 
 
 
 
formats

Ghinelli, la solitudine degli (ex) numeri primi

Dichiarazione del capogruppo Pd al Comune di Arezzo, Luciano Ralli   La concitazione del dibattito in Consiglio comunale ha forse fatto sottovalutare le dichiarazioni del Sindaco Ghinelli sul caso Multiservizi. Proviamo a riepilogare Dice il Sindaco: “le inchieste che riguardano Lorenzo Roggi, Roberto Bardelli e Luca Amendola non mi toccano affatto”. Nessun consigliere ha mosso rilievi penali. Ci siamo solo chiesti perché una riunione oggetto di un’inchiesta penale si sia svolta alla sua presenza, nel suo ufficio e senza alcun suo intervento censorio. Se quello che leggiamo è vero, si stava narrando un possibile  reato. Un sindaco, pubblico ufficiale, doveva

(Continua)…

 
formats

Ralli: “Martedì discutiamo del futuro di Arezzo. In esso non c’è più posto per Ghinelli”

Martedì sarà una giornata fondamentale per Arezzo. Non penso a una battaglia verbale tra maggioranza e opposizione, ma a un serio confronto sul futuro della nostra città.  Arezzo ha 15.000 iscritti al Centro per l’impiego. Questo vuol dire che un potenziale lavoratore attivo su 4 è disoccupato. Le imprese sono in fortissima difficoltà. Si legge  nell’ultimo rapporto della Caritas di Arezzo: “sono ancora molto evidenti le povertà “economiche” ma ci preoccupano maggiormente le povertà relazionali, culturali, educative e sociali”. In questa città abbiamo circa 25.000 anziani, 10.000 dei quali vivono soli. Spesso con una pensione che non arriva a 750

(Continua)…

 
formats

Destra: silenzi politici e linguaggi d’affari

Tre giorni dalla notizia. Non una qualsiasi. Ma una che mette nel cono di luce del faro di scena la rappresentazione politica del centro destra. Dialoghi tra un sindaco, tre esponenti della destra che sono o sono stati presidenti di aziende controllate dal comune e quindi dallo stesso sindaco, un consigliere comunale tra i più vivaci anche lui della destra. Le trascrizioni pubblicate oggi possono essere esaminate nel dettaglio ma questo è un lavoro della Procura. Quello che politicamente emerge è che quattro autorevoli rappresentanti della destra aretina usano un linguaggio adatto più ad un comitato d’affari che ad un

(Continua)…

 
formats

Affari e politica del centro destra. In palio nelle prossime elezioni ci sono legalità e democrazia

“Io divento presidente… e ti do”. “Io li prendo da quella banca lì …e li sposto nella banca amica”. “Siccome ti ho portato questo malloppo di soldi, mi devi aiutare”. “Quanto ci metto io a trovare uno che mi dà 1.000 euro…? Trenta secondi. C’ho mille amici, alzo il telefono, mi assumi per favore!”. “Chiappiamolo per le orecchie”. ” Se voi avete modo di soffiargli nell’orecchio che lui è bene che li onori i patti”. “Siamo tutti uomini di mondo”. Di quale mondo? Queste sono alcune citazioni riportate stamani sulla stampa sul caso Multiservizi. Interessante il luogo: non un malfamato

(Continua)…

 
formats

Dopo Coingas, ecco Multiservizi: per Arezzo è ora di cambiare

Dichiarazione dei Segretari provinciale e comunale del Pd, Francesco Ruscelli e Alessandro Caneschi Nominati riottosi che non rispettano le indicazioni di chi li ha “messi” in quel ruolo. Nominandi che pensano di poter utilizzare il denaro per avere una carica: se c’è stato il reato di corruzione, lo deciderà la magistratura ma già oggi abbiamo atti della magistratura stessa che sembrano evidenziare una cultura politica capace di generare  comportamenti inaccettabili e silenzi istituzionalmente incomprensibili. La città di Arezzo, la sua comunità, le sue imprese sono in mano a queste persone. Si va da Coingas a Multiservizi passando da abuso d’ufficio e

(Continua)…

 
formats

Quale etica politica nel centro destra?

E due. Vorrei evitare l’infondata accusa di giustizialismo e preferirei un ragionamento sereno su etica e cultura politica. Tre esponenti del centro destra hanno adesso un fascicolo con il loro nome in Procura. Reato grave: corruzione.   È l’inizio dell’indagine, alcuni passaggi ricostruiti dai giornalisti devono essere meglio chiariti e il magistrato farà il suo lavoro. Ma, nell’attesa, penso si possa fare una riflessione su etica e cultura politica nel centro destra aretino. Prima Coingas e adesso Multiservizi. Nella prima storia si afferma un concetto: chi viene nominato risponde a chi l’ha nominato. Non secondo criteri di efficienza, trasparenza e produttività,

(Continua)…

 
formats

Studenti al freddo, torna il caos riscaldamenti negli istituti superiori: la Provincia prenda provvedimenti

E’ passata una settimana dal rientro a scuola di migliaia di studenti che frequentano gli istituti superiori della provincia, e già si contano a decine le segnalazioni di malfunzionamenti e guasti agli impianti di riscaldamento; da Arezzo al Valdarno, passando per Valdichiana e Casentino: nessuna zona  sembra immune dalle segnalazioni partite da studenti e insegnanti circa le temperature polari che si registrano nei plessi scolastici superiori in questi giorni: edifici la cui competenza ricade sull’ente Provincia.   Si tratta di inconvenienti che di certo possono verificarsi in strutture datate come – purtroppo – sono la maggior parte degli edifici scolastici

(Continua)…

 
formats

Inchiesta Coingas: Merelli in procura e Ghinelli in silenzio. Il Sindaco chiarisca politicamente le sue frasi e il suo ruolo

“La città chiede trasparenza sull’inchiesta Coingas. La giustizia fa il suo corso. La politica il proprio. La prima lavora giustamente in silenzio, la seconda doverosamente deve dare risposte. I ricordi sfumano nel caldo estivo 2019, ma lasciano intatte e nitide due frasi del Sindaco Ghinelli che abbiamo letto sui giornali. Una criptica: ‘tutti devono capire che gli asini volano’. E una chiara: ‘non è accettabile che uno messo lì da noi.. non ci stia a sentire’. Sono contenute in un’intercettazione telefonica: dall’altra parte del filo un uomo di assoluta fiducia di Ghinelli, l’assessore Merelli. Nell’agenda di quest’ultimo, riportano i giornali, sembra

(Continua)…

 
formats

Traffico in tilt a Ceciliano: il vergognoso scaricabarile tra Provincia e Comune

Due palazzi dello stesso colore politico che non si sanno passare la palla, il «gioco di squadra» del centrodestra fra Comune e Provincia di Arezzo non è stato proprio all’insegna del «tiki taka», venerdì scorso nella zona urbana di Ceciliano è andato in onda un vero e proprio «catenaccio» e ora le responsabilità si rimpallano fra una sponda e l’altra di piazza della Libertà. Cantieri che nascono in compartimenti stagni, mancanza di pianificazione dei lavori, disagi per i cittadini, insomma una giornata da dimenticare per Arezzo e i suoi automobilisti, con l’ultima brutta figura dei politici che scaricano la responsabilità

(Continua)…

 
formats

Tamponamenti e traffico in tilt: ennesima figuraccia Ghinelli-Chiassai nella gestione dei lavori pubblici

Giornata nera per il traffico aretino: città bloccata a nord, con gravi disagi per i cittadini e i pendolari. Il sistema nero-verde Lega che governa la Provincia e il Comune di Arezzo fallisce ancora nella gestione di situazioni più complesse dei soliti lavori di manutenzione ordinaria, e si dimostra incapace di risolvere l’emergenza dovuta all’apertura contemporanea di due cantieri in strade particolarmente trafficate. Ai lavori nella località di Ceciliano infatti si sono aggiunti quelli di asfaltatura in via della Catona, regolati da un semaforo che ha creato code bibliche per l’intera giornata. Due cantieri in contemporanea con l’ennesima figuraccia dell’amministrazione

(Continua)…

 
 
© Partito Democratico di Arezzo