La ferrovia Arezzo – Sansepolcro inserita nel nuovo piano strutturale

Soddisfazione dei consiglieri comunali Donato Caporali e Andrea Gallorini (Pd) proponenti l’atto di indirizzo sulla nuova infrastruttura votato all’unanimità dal Consiglio Comunale

Il piano strutturale prevede e individua l’area e il tracciato della futura ferrovia Arezzo – Sansepolcro. Un primo e importante passo verso il nuovo collegamento ferroviario. Come consiglieri promotori di un atto di indirizzo approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale e ripreso poi da molti Comuni dell’Alto Tevere umbro e toscano, sulla realizzazione di tale infrastruttura, riteniamo fondamentale che sia stata inserita negli strumenti di pianificazione territoriale. Finalmente l’amministrazione comunale ha recepito le indicazioni contenute nel nuovo piano territoriale di coordinamento provinciale e ha sottoposto tutto il percorso a tutela grazie a un vincolo di inedificabilità assoluta.

Il progetto negli ultimi mesi è stato portato avanti da numerose istituzioni del territorio alla luce dell’importante possibilità di finanziarlo con le risorse che il Pnrr destina alle infrastrutture e in particolar modo alla mobilità sostenibile. Tale opera potrebbe nel breve termine unire Arezzo con la Valtiberina e l’Italia centrale e a medio-lungo termine con la costa adriatica acquisendo così particolare importanza per il traffico merci. Si tratta di un’occasione unica, le istituzioni aretine hanno il dovere lavorare in sinergia ed elaborare una proposta concreta da presentare il prima possibile al Governo. Intanto l’adeguamento del piano strutturale costituisce sicuramente una buona notizia”.