Raddoppio metano per auto: Comune ed Estra intervengano

Dichiarazione di Matteo Bracciali, Segretario comunale Pd Arezzo

Il raddoppio del prezzo del metano per auto deve essere spiegato. Si sono mossi gli automobilisti e le organizzazioni dei consumatori. Motore spento, invece, per il Comune di Arezzo e per Estra. Questa vicenda ha elementi di forte particolarità che richiede almeno una spiegazione da parte di chi amministra la città e da parte di chi guida l’azienda di vendita e distribuzione gas, fornitore anche di alcuni distributori nella nostra città. Appare infatti evidente che l’aumento del costo del gas ha ragioni economiche internazionali, ma i fornitori – come Estra appunto – possono aiutare distributori e cittadini. Sia dal punto di vista economico calmierando gli aumenti e sia dando una informazione corretta di quello che sta accadendo evitando di scaricare sui distributori la rabbia delle persone. La partecipazione del Comune in Estra deve avere anche queste finalità, non limitandosi ad utilizzare contributi e sponsorizzazioni per eventi talvolta discutibili ma valorizzando il ruolo di Estra quale strumento di sviluppo economico territoriale.
L’amministrazione comunale o con il Sindaco o con l’Assessore alle attività produttive e il Presidente di Estra, Macrì, dovrebbero intervenire in questo dibattito ma, purtroppo, la loro voce non si sente.