Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
 
 
Home » Comunicati Stampa » Edilizia scolastica, Caneschi: “Zero progetti ad Arezzo”
formats

Edilizia scolastica, Caneschi: “Zero progetti ad Arezzo”

Pubblicato il 15 febbraio 2018 da

Bibbiena, Sansepolcro, Subbiano, Caprese Michelangelo, Cavriglia, Castiglion Fibocchi, Laterina Pergine Valdarno, Cortona e Bucine. Questi i Comuni della Provincia di Arezzo che beneficeranno delle risorse del Ministero dell’Istruzione destinate prevalentemente all’adeguamento alla normativa antisismica delle scuole. Circa 10 milioni di euro che arriveranno sul nostro territorio.

“Dall’elenco ufficiale degli enti beneficiari pubblicato sul sito del Ministero, non risulta che il Comune di Arezzo abbia ricevuto alcun tipo di stanziamento per l’edilizia scolastica – dichiara il Segretario del Pd di Arezzo, Alessandro Caneschi – C’è da domandarsi se dalle analisi di vulnerabilità sismica degli immobili non siano risultate criticità strutturali e quindi necessità di adeguamento. In tal caso ci si sarebbe aspettati dal Comune un coinvolgimento senza riserve per reperire fondi su ogni linea di finanziamento a disposizione. Su questo argomento, nella veste di Consigliere comunale presenterò un’interrogazione alla Giunta: il nostro Comune ha presentato dei progetti?”.

Da parte del Governo, negli ultimi 4 anni c’è stato uno sforzo a 360 gradi per la messa in sicurezza e la riqualificazione del patrimonio immobiliare della scuola italiana, con un piano di investimenti nel periodo 2014-2017 di 9,5 miliardi di euro per la messa in sicurezza, la ristrutturazione, l’adeguamento e la costruzione di nuovi edifici scolastici che ospitano bambini e ragazzi dall’asilo al liceo. Il lavoro sull’edilizia scolastica è stato centrale per il Governo a guida PD e lo dimostrano gli investimenti: dal 2014, durante i Mille Giorni, sono state investite più risorse sull’edilizia scolastica che negli ultimi 20 anni. “Non resta che da domandarsi perché il nostro Comune non abbia colto questa opportunità – dichiara Caneschi – attendiamo una risposta ufficiale”.

Partito Democratico comunale di Arezzo

Arezzo, 15 Febbraio 2018

 
© Partito Democratico di Arezzo