Facebook YouTube Google Maps E-mail RSS
 
 
Home » Comunicati Stampa » Un consiglio comunale aperto da tenersi a San Marco.
formats

Un consiglio comunale aperto da tenersi a San Marco.

Pubblicato il 1 Settembre 2019 da
Un consiglio comunale aperto da tenersi a San Marco. È la richiesta del Partito democratico di Arezzo dopo i ripetuti allagamenti che hanno danneggiato la zona. «L’amministrazione comunale deve dare le risposte e ci deve mettere la faccia – dichiara il segretario aretino Alessandro Caneschi – abbiamo già evidenziato le lacune e i ritardi del Comune su questo fronte e chiediamo che vengano realizzate le casse di espansione sui torrenti Sellina, Vingone e Valtina». Misure strutturali per la difesa del territorio da eventi meteo non più considerabili eccezionali, ai quali il Pd chiede venga affiancata una costante manutenzione: «Serve una pulizia straordinaria delle caditoie, oltre a una programmazione cadenzata nella pulizia delle stesse» aggiunge Caneschi.
 
Opere che il Comune ha colpevolmente trascurato in questi anni preferendo dirottare le risorse verso altri tipi di attività: «Insieme a queste richieste – afferma Caneschi – vogliamo che Nuove Acque fornisca una mappatura delle criticità della rete fognaria, con la verifica del dimensionamento delle tubazioni e quindi con le conseguenti attività di rifacimento delle fognature da realizzare in maniera urgente». Il Partito democratico di Arezzo è in stretto contatto con i nostri rappresentanti in Regione Toscana. L’ente sta predisponendo risorse autonome e ha chiesto al Governo nazionale l’attivazione dello stato di emergenza, una misura che insieme ai fondi previsti dalla stessa Regione potrà prevedere strumenti analoghi a quelli attivati per i tragici fatti di Livorno del 2017.
 
«L’obiettivo – conclude Caneschi – è quello di ottenere somme che consentano il ristoro dei danni subiti dai privati. La priorità intanto è quella di impegnarsi nei confronti dei cittadini, per questo la nostra richiesta è quella di un consiglio comunale aperto da tenersi a San Marco, come luogo simbolo, ma dedicato a tutte quelle aree del nostro territorio colpite o a rischio danni da maltempo».
 
Arezzo, 01 Settembre 2019
 
© Partito Democratico di Arezzo