Gruppo consiliare PD: “la nuova centralità del Consiglio comunale per il presente e il futuro di Arezzo”

Dichiarazione del gruppo consiliare PD, Comune di Arezzo

In primo luogo le nostre condoglianze alla signora Marjorie Layden per la morte del padre. E ad Alessandro Ghinelli. La politica deve fare un passo indietro dinanzi ai dolori familiari.

Al Sindaco Ghinelli, però, ci permettiamo di ricordare che la ragione delle sue assenze non era stata resa nota. Pensiamo che nessuno avrebbe avuto da sollevare la minima obiezione se avesse spiegato i motivi della sua lontananza da Arezzo. E non vogliamo entrare nel merito del secondo periodo di assenza legato al memorial di cui ha parlato il Sindaco.

Ognuno è padrone delle sue azioni e il Sindaco come e più di ogni altro. Rimane il fatto che è stato fisicamente lontano da Arezzo per settimane e che la sua lontananza “istituzionale” dalla città si protrae da mesi. Forse dal momento della sua rielezione, probabilmente per una calo di motivazioni personali una volta ottenuta la vittoria e sopraggiunti i problemi di natura giudiziaria. Non basta citare la presenza on line a riunioni e incontri. Bisognerebbe produrre fatti. La Sindaca facente funzioni ha annunciato sgravi e contributi. Ne prendiamo atto con piacere. Ma la nostra domanda rimane inevasa. Arezzo è in crisi e nei mesi prossimi lo sarà ancora di più. Oltre all’erogazione di contributi, c’è una strategia generale, una visione sul futuro a breve e medio termine di Arezzo? Purtroppo vediamo una coerenza tra la marginalità del Sindaco ormai da troppo tempo (e indipendentemente dalle assenze per legittimi motivi familiari) e l’assenza di strategie per il futuro di Arezzo.

Questo determina una maggiore assunzione di responsabilità da parte delle opposizioni e una maggiore centralità – pensiamo ovviamente anche ai gruppi di maggioranza – del Consiglio comunale. Arezzo ha bisogno di un Governo reale, capace di guardare all’oggi e al domani, di far fronte ai problemi che il Covid finirà per rendere ancora più drammatici. La crisi sanitaria è in corso, quella sociale è all’orizzonte. Il Sindaco ha fatto e farà le sue scelte. Il gruppo consiliare Pd intensificherà il suo lavoro nelle commissioni e nel Consiglio per rendere questa Assemblea luogo di progettazione e di concretizzazione del futuro di Arezzo.